venerdì 7 novembre 2008

Obama

È un po' che non scrivo più, però l'occasione è perfetta. Obama è il prossimo presidente degli Stati Uniti d'America. Tutto il mondo nutre speranza nel suo operato, perché cambi politica estera e perché "risolva" la crisi finanziaria: due pesi molto gravi sulle sue spalle.
Prima dell'esito delle primarie, sono sincero, speravo che Hillary Clinton fosse la candidata alla presidenza; perché anche lei ha parlato della guerra, errore statunitense (o meglio, grave errore di Bush), ha parlato della sanità. Dopo la campagna a ridosso delle elezioni invece, ho letteralmente tifato Barack Obama. Yes, we can...

2 commenti:

Andrea P ha detto...

Speriamo bene. Ti dirò che l'unica cosa che mi spaventa dei democratici è la massa impressionante di denaro che hanno speso durante la campagna elettorale. Denaro che sicuramente arriva da qualcuno, e che ora potrebbe andare a "batter cassa"...

Francesco ha detto...

Mah questo e' in parte vero, pero' ci sono spot di Obama in cui dice "noi non abbiamo preso soldi da nessuna lobby". Se e' vero non ci sara' nessuno a batter cassa, se non e' vero, beh, avra' detto una bugia e (fuori dall'Italia) non sono ben viste...